Lo Staff Alfa 164 ti da il benvenuto.
Se sei qui vuol dire che anche tu hai un CuoreAlfista.
Ti trovi nel tempio dell'Ammiraglia più bella di tutti i tempi, sali a bordo anche tu sulla 164.
Registrati, leggi e rispetta le regole, ed entra anche tu a far parte del mondo Alfa Romeo 164.
Si ricorda ai nuovi iscritti che è obbligatorio presentarsi nell'apposita area, se dopo 7 gg dall'iscrizione l'utente non si è presentato e non ha postato nessun messaggio nei forum, verrà temporaneamente sospeso.

Buon divertimento!
Lo staff di Alfa 164.

Webmaster 106kilowatt


 
PortalePortale  IndiceIndice  CalendarioCalendario  GalleriaGalleria  FAQFAQ  CercaCerca  Lista UtentiLista Utenti  GruppiGruppi  RegistratiRegistrati  Accedi  
   

Condividere | 
 

 Marchionne di fronte al bivio Comprare, vendere o diluire?

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
AutoreMessaggio
106kilowatt
Amministratore
Amministratore
avatar

Pesci Messaggi : 351
Reputazione : 23
Data d'iscrizione : 17.09.10
Età : 47
Località : Torremaggiore

MessaggioTitolo: Marchionne di fronte al bivio Comprare, vendere o diluire?   Sab 06 Apr 2013, 17:48





Marchionne di fronte al bivio
Comprare, vendere o diluire?

Una ridda di opzioni nel futuro immediato di Sergio Marchionne e dell’azienda di cui è al vertice. Potrebbe vendere Alfa Romeo ad Audi, per fare cassa. Oppure potrebbe comprare il restante pacchetto di azioni di Chrysler, raggiungendo il 100%; o, ancora, potrebbe diluire la partecipazione di Exor – la cassaforte della famiglia Agnelli – fino al 15%. Oppure, infine, potrebbe decidere di non fondersi con Chrysler. Un bivio, insomma, di fronte al manager italo-canadese. Anzi, un trivio. Di possibilità tutte egualmente probabili e percorribili. Ma Marchionne, al momento, ha un problema ancora più impellente da risolvere: la grana con i sindacati metalmeccanici Usa, che chiedono – per il 3,3% di azioni Chrysler direttamente in loro possesso (cui va aggiunto il 38,2% in mano al fondo pensioni Veba) – 342 milioni di dollari contro i 139,7 offerti da Marchionne: il 144% in più. Non solo: il sindacato si è rivolto alla corte del Delaware, che si pronuncerà entro l’estate.

Il vero problema del Lingotto, però è che comprare il 3,3% di Chrysler non sarebbe sufficiente per effettuare una fusione con Detroit senza diluire la partecipazione di Exor. Ma per arrivare al 100% di Chrysler servono circa 4 miliardi. Oppure – opzione non bocciata a priori neanche dallo stesso John Elkann – Marchionne può lasciare che il sindacato collochi le proprie quote sul mercato, fondendo le due società e diluendo l’azionariato in mano ai soci. Un’ipotesi, si diceva, non osteggiata da Elkann stesso. Oppure un modo per fare cassa ci sarebbe: vendere a Volkswagen Alfa Romeo. La compagnia tedesca sarebbe estremamente interessata all’azienda milanese, di cui vorrebbe prendersi cura accantonando la declinante Seat. Marchionne però non ci pensa neanche a cedere Alfa, e sta vivendo dopo anni fatti di blitz improvvisi, il primo stallo nella sua strategia di “guerra lampo”.

Fonte: Affaritaliani.it

_________________
L'Amministratore e Webmaster

106kilowatt  pirat





Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente http://alfa164.forumattivo.info
 
Marchionne di fronte al bivio Comprare, vendere o diluire?
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 1
 Argomenti simili
-
» ho scritto in fronte Giocondor!
» Ferma in mezzo ad un bivio
» Vorrei comprare un kit ricostruzione! Consigli?
» che taglie comprare x le camice da notte?
» dove comprare colori acrilici, foil, glitter e tanto altro...

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
 :: Off Topic :: Alfa Romeo news-
Andare verso: