Lo Staff Alfa 164 ti da il benvenuto.
Se sei qui vuol dire che anche tu hai un CuoreAlfista.
Ti trovi nel tempio dell'Ammiraglia più bella di tutti i tempi, sali a bordo anche tu sulla 164.
Registrati, leggi e rispetta le regole, ed entra anche tu a far parte del mondo Alfa Romeo 164.
Si ricorda ai nuovi iscritti che è obbligatorio presentarsi nell'apposita area, se dopo 7 gg dall'iscrizione l'utente non si è presentato e non ha postato nessun messaggio nei forum, verrà temporaneamente sospeso.

Buon divertimento!
Lo staff di Alfa 164.

Webmaster 106kilowatt


 
PortalePortale  IndiceIndice  CalendarioCalendario  GalleriaGalleria  FAQFAQ  CercaCerca  Lista UtentiLista Utenti  GruppiGruppi  RegistratiRegistrati  Accedi  
   

Condividere | 
 

 Targhe falsificate anti autovelox: la punizione è sicura e severa

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
AutoreMessaggio
106kilowatt
Amministratore
Amministratore
avatar

Pesci Messaggi : 351
Reputazione : 23
Data d'iscrizione : 17.09.10
Età : 47
Località : Torremaggiore

MessaggioTitolo: Targhe falsificate anti autovelox: la punizione è sicura e severa   Mar 17 Lug 2012, 10:26

Nella tabella a corredo dell'articolo pubblicato qualche giorno fa nel quale abbiamo dato conto dell'attività 2011 del Comando della Polstrada di Cuneo c'è un accenno ai cinque casi di alterazione delle targhe di altrettanti veicoli accertati dagli agenti. Siamo ora in grado di fornire qualche notizia in più sui cinque casi specifici che configurano un illecito i cui numeri sembrano in crescita. Ma prima, una considerazione un po' amara...

TRUCCHI ANTI-CRISI - Parliamoci chiaro: la falsificazione delle targhe, come del resto quella dei contrassegni assicurativi, costituisce un brutto segnale. Dimostra infatti che la crisi economica ha talmente svuotato le tasche degli italiani che un numero crescente di automobilisti, pur di garantirsi una mobilità il più possibile al riparo da tasse, imposte, rincari delle tariffe e anche multe, è ormai disposto anche a commettere reati anche gravi. Insomma, pur di fare ciò che gli pare (specialmente eludere gli autovelox...), qualcuno si arrangia con odiosi espedienti. Ma ecco i dettagli dell'attività investigativa che ha portato a smascherare il gruppo di "furbetti".

RITOCCHI DA DILETTANTI - Tutti e cinque i casi di contraffazione delle targhe accertati dalla Polstrada di Cuneo, tre da parte di cittadini torinesi e due di residenti in provincia di Cuneo che non hanno alcun legame tra di loro, sono stati smascherati non durante un controllo di routine da parte di una pattuglia, ma grazie ai rilevamenti fotografici operati da Tutor e Autovelox in occasione del superamento dei limiti di velocità. Come si vede dalle fotografie che pubblichiamo, praticamente tutte le alterazioni delle targhe sono state realizzate con tecniche certo non sopraffine, anzi, i taroccatori hanno agito proprio come dei dilettanti: qui una "L" è stata trasformata in una "E" aggiungendo i due trattini orizzontali superiori, là una "P" è diventata una "B" grazie a un semicerchio supplementare e così via, ma i cammuffamenti sono stati eseguiti in modo così grossolano che non hanno ingannato nemmeno le telecamere, le quali certo sono progettate per rendere riconoscibili numeri e lettere, ma non i loro dettagli. È facile dunque immaginare che le alterazioni avrebbero retto ancora meno alle verifiche visive effettuate dagli agenti durante eventuali controlli su strada.

IL RICORSO È SICURO - In ogni caso, l'ingenuità dei "furbetti" è evidente anche per altri motivi. Chi riceve un'avviso di contravvenzione per eccesso di velocità, se è sicuro di non aver circolato su quel tratto di strada in quella data e a quell'ora, farà certamente opposizione. Inoltre, il numero di targa falsificato corrisponde comunque a un numero di targa vero, abbinato però a un veicolo diverso da quello immortalato nella fotografia. Questa semplice constatazione convincerà gli agenti di essere davanti a una falsificazione dei caratteri di fronte alla quale scatteranno indagini più approfondite. Grazie ai controlli incrociati effettuati sui dati del Pra non risulterà poi difficile scoprire l'abbinamento esatto tra il tipo di vettura fotografato e il numero di targa vero, una volta accertato il quale il proprietario verrà "pizzicato" senza errori. E infatti, nei cinque casi dei quali ci siamo occupati le cose sono andate esattamente così: i "furbetti" sono stati tutti identificati senza incertezze e denunciati. In un caso, il colpevole ha cercato di difendersi in un modo maldestro almeno quanto la falsificazione che aveva messo in piedi: ha mostrato agli agenti la sua vettura con la targa privata dei ritocchi, facendo finta di cadere dalle nuvole. Peccato che i caratteri alfanumerici della targa stessa presentassero evidenti segni di scrostature della vernice. Insomma, invece di dimostrare l'innocenza del "taroccatore", la targa miracolosamente ripulita è stata la "pistola fumante" che ha contribuito a confermare la sua colpevolezza, della quale gli agenti avevano del resto già la certzza.

UN REATO DA CODICE PENALE - A questo punto c'è da chiedersi che cosa ci sia realmente da guadagnare da un trucchetto che può venire smascherato facilmente con conseguenze pesantissime per chi lo mette in atto. Infatti, chi altera le targhe non solo viola l'art. 100 comma 12 del Codice della Strada (la sanzione va da 1.886 a 7.546 euro), ma la manomissione è punita anche dall'art. 482 in relazione all'art. 477 del Codice Penale, che stabilisce la reclusione per un periodo che va da sei mesi a due anni. A tutto ciò, ovviamente, vanno aggiunte l'eventuale sanzione contestata per l'eccesso di velocità, che verrà attribuita a chi l'ha davvero commessa, e quella accessoria della perdita dei punti-patente. Domanda: ne vale davvero la pena?

Fonte: sicurauto.it

_________________
L'Amministratore e Webmaster

106kilowatt  pirat





Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente http://alfa164.forumattivo.info
Ciccio
Amministratore
Amministratore
avatar

Vergine Messaggi : 78
Reputazione : 22
Data d'iscrizione : 17.10.10
Età : 38
Località : Crotone

MessaggioTitolo: Re: Targhe falsificate anti autovelox: la punizione è sicura e severa   Mer 28 Nov 2012, 11:52

Una ne pensano,cento ne fanno,che imbecilli.
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
 
Targhe falsificate anti autovelox: la punizione è sicura e severa
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 1
 Argomenti simili
-
» Adesso mi sento più sicura
» Un agnostico anti UAAR.
» TPO anti-tireoperossidasi
» tsh e anticorpi anti tireoperossidasi
» Rito anti sfiga!

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
 :: Off Topic :: Area Generale-
Andare verso: