Lo Staff Alfa 164 ti da il benvenuto.
Se sei qui vuol dire che anche tu hai un CuoreAlfista.
Ti trovi nel tempio dell'Ammiraglia più bella di tutti i tempi, sali a bordo anche tu sulla 164.
Registrati, leggi e rispetta le regole, ed entra anche tu a far parte del mondo Alfa Romeo 164.
Si ricorda ai nuovi iscritti che è obbligatorio presentarsi nell'apposita area, se dopo 7 gg dall'iscrizione l'utente non si è presentato e non ha postato nessun messaggio nei forum, verrà temporaneamente sospeso.

Buon divertimento!
Lo staff di Alfa 164.

Webmaster 106kilowatt


 
PortalePortale  IndiceIndice  CalendarioCalendario  GalleriaGalleria  FAQFAQ  CercaCerca  Lista UtentiLista Utenti  GruppiGruppi  RegistratiRegistrati  Accedi  
   

Condividere | 
 

 Alfa 164 Alfa a metà

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
AutoreMessaggio
106kilowatt
Amministratore
Amministratore
avatar

Pesci Messaggi : 351
Reputazione : 23
Data d'iscrizione : 17.09.10
Età : 47
Località : Torremaggiore

MessaggioTitolo: Alfa 164 Alfa a metà   Mer 13 Ott 2010, 01:53

Correva il 1987 un'anno importante per l'Alfa Romeo, un'anno in cui piu' o meno consapevolmente la fabbrica italiana auto di Torino, ne decretava l'inizio della fine.
Dalla matita di Pininfarina nasce lei, piu' o meno consapevolmente destinata ad essere quella marcata linea di confine tra quello che era Alfa Romeo e quello che non lo era piu'.
Noi adolescenti dell'epoca, cresciuti a pane e Alfa Romeo perche' figli di padri Alfisti per tradizione e con la A maiuscola, noi che non avevamo capito il perche' l'Alfa Romeo piu' moderna e avveniristica mai vista fino a quel momento, la 90, aveva chiuso prematuramente la sua carriera, nella tempesta ormonale dei nostri 13 anni, nei concessionari ammiravamo tra le 75 Twin Spark e le 33 Quadrifoglio verde, quella che ancora oggi, dopo 23 anni, e' semplicemente la berlina piu' bella, affascinante e sportiva di tutti i tempi, quella che sulla copertina di 4R del mese di ottobre, appare a ruote fumanti quasi voglia divorare l'asfalto.
Non ci facemmo all'epoca troppe domande, le nostre cognizioni sul sistema transaxle da una parte, e sul progetto "tipo 4" dall'altra, dovevano ancora arrivare, qualcuno ci diceva che era sorella della Thema e della Croma, ma noi rispondevamo che non ci somigliava per niente; successivamente eravamo sempre piu' convinti di aver ragione, perche' una Thema "S" sulle strade Americane non l'abbiamo mai vista, perche' pensavamo a quanto sarebbe stata grottesca una Thema con appendici aerodinamiche degne di una supersportiva, invece Lei, anche cosi' vestita, era tremendamente bella.
Nei primi anni 90 leggevamo su Quattroruote che Lei, con i suoi oltre 240 km/h era la berlina "duemila" piu' veloce del mondo, ed eravamo cresciuti, iniziavamo a conoscere la storia e la tecnica della casa del Biscione, e la tempesta ormonale si era attenuata, avevamo quasi l'eta' della ragione per comprendere che Lei, in fin dei conti, forse non era un'Alfa Romeo, ma stranamente, continuavamo a non porci la domanda.
Quando avemmo l'eta' per metterci alla guida, eravamo ormai dei veri esperti, sapevamo che la neonata 155 non aveva nulla a che vedere con il glorioso passato e con le tradizioni dell'Alfa Romeo, e avemmo la percezione che tutto, ma veramente tutto era finito, e che quella marcata linea di confine era stata varcata del tutto.
Noi abbiamo scelto, forse in modo irrazionale, di rimanere un passo indietro a quel confine, perche' noi, della 164, eravamo gia' perdutamente innamorati.

Armando Mozzi.
Fonte Aroc Alfissima


_________________
L'Amministratore e Webmaster

106kilowatt  pirat





Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente http://alfa164.forumattivo.info
 
Alfa 164 Alfa a metà
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 1
 Argomenti simili
-
» Genetica: la talassemia
» FLEP, la fotocopiatrice atea esistenzialista
» informazioni pratiche su costi e procedure della PMA (magari a qualcuno servono)
» come fare metà fiala di decapeptyl?
» Secondo tentativo con protocollo Elonva

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
 :: Storia del Marchio e del Modello :: L'Alfa Romeo 164-
Andare verso: